Aerei militari intercettano un Ufo il "contatto" avvenuto in Spagna

di Gialli.it 2 ottobre 2009

Un filmato su You Tube lascia il mondo senza fiato. Sui cieli dell’Oceano Atlantico. Al largo delle coste galiziane, in Spagna, filmato un “contatto” tra aerei militari e un oggetto non identificato che durante l’inseguimento si tuffa in mare. E scompare.
E’ il filmato più incredibile mai visto in questi ultimi anni. Giudicate voi.

di LAURA CIOTOLA

Pochi secondi. Immagini che passano veloci come sequenze di un film impossibile. Elicotteri militari, caccia, rumori, voci concitate, urla, volti attoniti. Eccitati. Impauriti. Poi…
Poi lo vedi. Passa per qualche frazione di secondo nell’inquadratura e si tuffa nell’Oceano.
C’è poco da dire. Straordinario. Quello che in questi giorni sta passando su internet con la velocità di un tornado è il filmato più incredibile sugli Ufo che si sia mai visto.
In pieno Oceano Atlantico, a largo di Ribadeo, sulla costa galiziana (Spagna), alcuni aerei militari si scontrano letteralmente con una navicella non ben identificata. Il contatto dura qualche secondo poi l’oggetto si tuffa in mare e scompare.
Da un peschereccio un gruppo di pescatori sconvolti dalla scena riescono a filmare tutto. Non riescono a credere a ciò che stanno assistendo. Ma filmano, vanno avanti, seguono le sequenze del “film” che si sviluppa sotto i loro occhi, e regalano agli appassionati il video più incredibile che si potesse realizzare.
Ora quella clip è su You Tube e sta facendo il giro del mondo. Vediamo cosa è accaduto.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=zqit1EhoCFQ[/youtube]

La zona, almeno secondo le prime indiscrezioni, dovrebbe essere quella di Ria de Ribadeo. Al largo di uno dei più suggestivi fiordi della Galizia.
La scena è di quelle comuni. Vista mille volte. Un peschereccio, un gruppetto di pescatori, le reti che stanno per essere lanciate in acqua. Poi la sorpresa. Alle spalle della barca spuntano due aerei militari. Poi alcuni elicotteri. Quindi un oggetto non identificato, ma dalla forma inequivocabile. Sembra una caccia, un inseguimento.
I pescatori assistono alla scena letteralmente impietriti. Non può essere. Cosa sta accadendo? Qualcuno recupera una piccola telecamera, forse addirittura un telefonino e riesce a fissare le fasi più spettacolari dell’intercettazione. I caccia sono ad un passo dalla presunta navicella aliena, il contatto sembra inevitabile, poi il colpo di scena: l’oggetto si tuffa in mare, alzando uno “spruzzo” di una decina di metri.
Fine. La navicella è scomparsa. Ma l’eccitazione rimane palpabile.
Dalla barca si sentono grida, commenti imbarazzati. E proprio mentre tutto sembra essere finito uno degli elicotteri ripresi nel video si avvicina al peschereccio e intima: “..Lasciare la zona immediatamente, si prega di contattare il porto..riceverete tutte le istruzioni …”.
I pescatori sono ancora più sconvolti. L’elicottero nero non possiede insegne tranne un triangolo chiaro. Nessun numero di identificazione. Chi c’è a bordo? Chi ha guidato l’operazione? Chi sta gridando di ritornare a terra?
Sulla vicenda cala il silenzio. Nessuno ha voglia di fare dichiarazioni. Neanche la Capitaneria di Porto ritiene che si debba parlare con la stampa.
Appena a casa uno dei pescatori che ha assistito al contatto decide che deve mettere il video su You Tube. La nota che accompagna la registrazione, mostra tutto il suo imbarazzo: “invio questo video dopo averci pensato molto, ma dopo lo spavento, penso che sia mio dovere riferire quanto è successo e non credo che ci siano altre spiegazione’. Le immagini parlano da sole.
Che sta succedendo. Gialli.it seguirà la vicenda. Ma questa volta anche noi vorremmo vederci chiaro. Sul serio.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

9 pensieri su “Aerei militari intercettano un Ufo il "contatto" avvenuto in Spagna”

  1. ma come hanno fatto quei due jet a ritornare indietro in 2 secondi oppure abbiamo gia’ noi una tecologia avionica migliore di loro ????

  2. Guardando il timer del video i 2 caccia sono tornati indietro in oltre 8 secondi.
    Si possono fare 2 conti conoscendo la velocita’ presunta di un caccia militare …..

    1. Secondo me è proprio sui tempi che bisogna riflettere… Ammesso che gli aerei siano quattro, questi incrociano sul presunto obiettivo praticamente nello stesso momento (differenza di circa 8 secondi) mentre immediatamente dopo arriva l’elicottero. Ma quanto è veloce l’elicottero per essere lì praticamente nello stesso istante dei caccia? E se davvero si fosse trattato di un inseguimento perché i pescatori non se ne sono accorti prima e non hanno provato a prenderne qualche immagine? Naturalmente ogni dubbio sarebbe fugato se i caccia fossero solo due, in tal caso per disegnare una virata del genere (quasi come la nuvoletta di un fumetto) avrebbero impiegato ben oltre i 15 – 20 secondi. Infine mi chiedo se questo radar di bordo (del quale non ho comunque visto lo schermo) riesce a tracciare anche il traffico aereo.

  3. Guardando con maggiore attenzione il filmato i due aerei che vanno verso destra sono diversi da quelli precedenti. Si intravvedono per un attimo a destra dei due radar circolari di bordo……. mentre vanno nella direzione opposta dei primi. Per me questo video non è un fake. L’acqua increspata all’arrivo dell’elicottero, l’ombra…..

    Posizione: 0:05 / 0:42

    saluti

  4. gli aerei sono 4 non due. Vicino ai, credo radar, si vedono per pochissimo poi spariscono, forse per un riflesso. Guardare a 0:04-07. Questo video è vero…. il più bello che abbia mai visto.

    1. E’ talmente bufala che hanno pensato bene di proteggersi il viso e pure le scritte sui salvagenti. Lo scherzo è stato congeniato in questa maniera: hanno fatto saltare una piccola bomba in mezzo al mare, più la messainscena delle grida e stupore, filmando il tutto. Poi con un semplice programmino al pc ci hanno aggiunto gli aerei e gli elicotteri. Hanno sbagliato nel tempo di risposta degli aerei, il loro ritorno, infatti (come hanno già notato in molti) è troppo veloce per essere veritiero. Ma purtroppo il filmato che avevano prodotto era troppo corto e hanno dovuto adattare la sequenza degli aerei (sbagliandola).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up