Nasce un "Movimento per la Liberazione dei Mike da Presepe"? A Treviso il primo preoccupante furto

di Gialli.it 10 gennaio 2010

Ultim’ora: rubata la statuina di Mike Bongiorno dal presepe di un imprenditore lombardo. Secondo gli “inquirenti” si tratta solo del primo di una serie di furti che avrebbero come obiettivo le sculture raffiguranti il noto presentatore televisivo scomparso nel settembre scorso e realizzate da un artigiano di san Gregorio Armeno a Napoli. Siamo di fronte alla nascita di un nuovo movimento simile a quello per la Liberazione dei Nani da Giardino?

di SONIA T. CAROBI

Siete stati a Napoli? Avete fatto una passeggiata nella splendida e cangiante san Gregorio Armeno? Ma soprattutto avete acquistato una statuetta per il vostro presepe raffigurante Mike Bongiorno? Beh, allora correte a controllare se ce l’avete ancora. La vostra piccola “scultura” è in serio pericolo. Come per i Nani da Giardino è nato un movimento che punta dritto alla liberazione delle statuette del presentatore più famoso di tutti i tempi.

Ebbene si. Un’oscura organizzazione minaccia il vostro acquisto più stravagante. Il primo caso accertato in provincia di Sondrio. Dal giardino di una villetta di Treviso sarebbe scomparsa la statua raffigurante il compianto “mister Allegria”.
L’inquietante notizia è stata battuta dalle agenzie di stampa qualche ora fa. A comunicare alla stampa la preoccupante scomparsa un imprenditore della zona che aveva acquistato il prezioso “pastorello” da un noto artigiano napoletano. Lo stesso che si era inventato le statuine del presepe raffiguranti Berlusconi tumefatto dopo l’aggressione e Barack Obama che ritira il premio Nobel.

Nene Baruffi, questo il nome della prima vittima accertata del nuovo Movimento per la Liberazione delle statuette di Mike Bongiorno, ha fatto la drammatica scoperta ieri pomeriggio. Il racconto non lascia spazio all’immaginazione e lascia il mondo senza fiato.
“Ero andato in giardino – dice Baruffi – come faccio spesso solo ed esclusivamente per godermi il mio presepe artistico. Tra pochi giorni avremmo dovuto smantellarlo e volevo guardarlo per l’ultima volta. Lo avevo allestito con le mie mani e lo avevo arricchito con le statue degli artigiani di San Gregorio Armeno. C’era Barack Obama, Silvio Berlusconi e Bongiorno proprio davanti alla grotta ad assistere alla natività. Inutile dire lo sconcerto che ho provato quando mi sono accorto che mancava la statuina del Re dei quiz televisivi”.

Capito? Dal presepe di Baruffi non manca Obama. E neanche il nostro Presidente del Consiglio. Manca Mike Bongiorno! E il messaggio è forte e chiaro. Qualcuno ha deciso che deve liberare quella piccola scultura, e tutte le sue sorelle, sparse per mezza Italia.
Baruffi si è rifiutato di denunciare alle autorità competenti l’accaduto, intanto, però altre segnalazioni di furti stanno arrivando in queste ore da varie parti dello Stivale.
Gli inquirenti (sic!) sono convinti che siamo di fronte ad un fenomeno molto simile a quello che vede protagonista l’ormai leggendario “Fronte di Liberazione Nani da Giardino”. Un movimento nato nel 1995 in Francia con l’obiettivo preciso di liberare le statuette di gesso, catturate e imprigionate nelle ville dei ricchi (e non) e “abbandonarle” in spazi liberi, aperti, più consoni alla loro anima.

Nessuna rivendicazione, però, è ancora arrivata. E il mondo intero è col fiato sospeso. Siete proprio sicuri di avere ancora la vostra statuetta? Se avete tolto il presepe il consiglio è quello di andare a controllare anche nelle scatole dove avete riposto la grotta e gli altri pastorelli. Gialli.it sta organizzando un’Unità di Coordinamento per il Monitoraggio di eventuali furti. Segnalateci eventuali sparizioni e vi terremo aggiornati.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up