Ufo e Alieni entra in campo la Royal Society: “Tra due settimane vi diremo la verità”

di Gialli.it 25 gennaio 2010

Da lunedì, e per due settimane, i maggiori scienziati del mondo si incontreranno presso la sede della Royal Society, la più prestigiosa associazione accademica della Gran Bretagna,  per discutere di ufo, alieni e presenze extraterrestri. E’ la prima volta che un’istituzione storica e accreditata affronta l’argomento in maniera ufficiale. E c’è chi giura che se ne sentiranno delle belle.  Anche dalla Casa Bianca.

di SONIA T. CAROBI

Guarda un po’. Due mesi fa doveva essere Barack Obama a parlare di alieni, di razze extraterrestri e di eventuali contatti con il nostro pianeta. Ora, sessanta giorni dopo quell’ennesima, strana, falsa notizia, ne spunta un’altra che, indirettamente, mette di nuovo in gioco tutto e tutti.

Dal 1600 della Pennsylvania Avenue, a Washington, al 6/9 della Carlton House Terrace, a Londra, ci sono poco meno di 8000 chilometri, in linea d’aria. Da una parte c’è la Casa Bianca, dall’altra c’è un’altra antica residenza tutta dipinta di bianco. E’ la sede della Royal Society, fondata più di tre secoli fa da dodici scienziati che si riunirono in nome delle idee di Francis Bacon. Gente seria, insomma, che per trecentocinquant’anni hanno discusso sempre e solo di cose serie.

Ecco. In quella vetusta residenza, al 6/9 della Carlton House Terrace, tra qualche giorno i rappresentanti dell’Onu e delle maggiori agenzie spaziali del mondo si incontreranno per discutere di tutto quello che Barack Obama non ha detto il 27 novembre scorso.

Non è uno scherzo. La notizia è stata battuta dalle agenzie di stampa di mezzo mondo. La fonte è il blasonato quotidiano britannico The Times. La Royal Society, la più prestigiosa associazione scientifica inglese, ospiterà il più incredibile congresso mondiale mai organizzato sul tema alieni e razze extraterrestri. L’obiettivo è quello di valutare l’ipotesi che gli extraterrestri non siano da ricercare fra le stelle e le galassie, ma sulla Terra!

Bingo. Da quant’è che aspettavamo una notizia del genere? Da quant’è che gli appassionati di ufo e compagnia attendevano uno sdoganamento di cotanto prestgio?

Dopo un 2009 all’insegna degli avvistamenti in tutte le parti del mondo, dopo che i maggiori governi aveva deciso di desecretare archivi per anni coperti dal riserbo più assoluto, ora anche l’Onu esce allo scoperto e in occasione del cinquantesimo anniversario del Seti (il programma per la ricerca di intelligenze extraterrestri di cui Gialli.it ha più volte parlato) punta dritto alla trasparenza in un settore, che non si sa perché, era sempre rimasto top secret: gli ufo e gli alieni.

C’è da giurarci. Ne sentiremo delle belle.

Astronomi, studiosi, scienziati e militari di mezzo mondo staranno insieme ben 15 giorni per tentare, una volta per tutte, di mettere un punto fermo sul mistero di sempre.
Il congresso comincerà la settimana prossima e andrà avanti per due settimane.

L’ipotesi degli “alieni tra di noi” verrà presentata dall’inglese Paul Davies. un astrofisico famoso anche per i suoi studi di cosmologia e di esobiologia. Secondo Davies gli extraterrestri apparterrebbero soprattutto alla “biosfera ombra”. Sarebbero, cioè, forme di vita microscopica presente nei deserti, nei soffioni vulcanici sottomarini, nelle tundre polari e in molti laghi salati.
Quello però di Davies è solo il punto di partenza. Alla Royal Society ci saranno anche altre testimonianze ed ipotesi, e si valuteranno pure le implicazioni sociologiche di una eventuale scoperta di intelligenze extraterrestri sul nostro pianeta.  Gli alieni, scrive il Times, a differenza di quanto pensiamo, potrebbero rivelarsi anche ostili. E bisogna discuterne con calma.

Non resta che aspettare, insomma, e c’è già chi giura che non mancheranno le clamorose sorprese. Come, ad esempio, un comunicato ufficiale della Casa Bianca sull’argomento.
Guarda un po’.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

31 pensieri su “Ufo e Alieni entra in campo la Royal Society: “Tra due settimane vi diremo la verità””

  1. Pensare di essere soli nell’universo penso che sia quanto di più stupido possa pensare un uomo , facciamo però attenzione alla strumentalizazzione di un eventuale notizia diffusa in maniera ufficiale sull’argomento .Il blue bean project è reale così come lo è sempre stata la propaganda che vuole l’alieno come “il cattivo” . Dopo anni e anni di silenzio e menzogne un improvvisa apertura sull’argomento potrebbe essere tranquillamente manipolata a vantaggio dei soliti sistemi di potere presenti nel nostro mondo da secoli , sistemi che difficilmente faranno il loro disinteresse . Dico solo che qualunque cosa esca da questa interessante riunione vadea presa con molto senso critico .

  2. Solo per correttezza:
    da una breve incursione sul sito della R.S. sembra che il congresso duri 2 giorni, non 2 settimane.
    Chissà cosa si diranno alla fine, e se vi si parlerà di dischi (scommettiamo che non lo fanno?)!!

    1. ma scusate nell’articolo è stato scritto che questa riunione dura due settimane ma a me risulta che sia finita il 26…e poi di cosa stanno parlando??? nn ne sta uscendo fuori nulla?

  3. Oh!….stavolta la prendo con le pinze, ma potrebbe essere quella buona.
    Sono d’accordo con te Axel, se le cose sono state nascoste non possiamo aspettarci che il sipario si alzi in un colpo solo sulla verità assoluta, specie quando si parla di scienza ufficiale che ha sempre fatto di tutto per evitare i confronti.

    1. Non lo so se è vero, tra poco lo sapremo. Ci sono tante cose vere che non vengono dette dai politici e che riguardano cose molto più pratiche, come ad esempio il fatto che esistano da molti anni tutti i mezzi per creare energia pulita che vogliamo, ma che per gli interessi di qualcuno sono state sempre nascoste, sebbene qualcuno ne parlasse. Aspettiamo un pò e vedremo.

    1. Oggi è 10 Febbraio, voi avete saputo qualche cosa? io no… come al solito si fanno affermazioni clamorose che svaniscono nel nulla!

  4. Le due settimane scadono domani e quindi lunedì o martedì si dovrebbe sapere qualcosa. Mi auguro che non saltino fuori solo discorsi su presunti fossili di presunti batteri primordiali di possibile origine non terrestre. Francamente non credo alla teoria del complotto ma sono convintissimo che in milioni di anni tantissimi alieni di provenienza diversa abbiano comunque fatto un “salto” canche fugace sul nostro pianeta. Sarebbe assurdo non ammetterlo, l’universo è infinito! Non siamo mica nel medioevo e quindi non possiamo non ammetterlo.

  5. per me non esistono…sono sciocchezze,ma se seppure esistessero (da escludere) non ci vogliono avere a che fare con noi…e allora manco noi con loro,che se ne tornassero al loro pianetino.Fino ad ora non hanno portato soldi ,ne lavoro,ne medicine,ne da mangiare..se li incontriamo li dovremmo prendere subito a calci nel culo e rimpatriare come clandestini.Quando vengono non spendono una lira..saranno pure dei pezzenti e noi ci facciamo pure i convegni e paghiamo quattro vecchi coglioni che si definiscono scienziati delle patate

  6. quasi sicuramente sta accadendo davvero, davanti a tutti questi avvistamenti che avvengono in varie parti del mondo ,di cui si sente parlare e che solo saltuariamente viene considerata notizia nei quotidiani locali e che quotidianamente vengono bollati top secret con l’eventualità che qualche convegno autorevole ne parli aspettando che tutti i governi svincolino e mettono a disposizione di chiunque voglia sbattere la testa nel’acquisire montagne di scartoffie,il cui solo risultato possibile potrebbe essere un/ questa è vera questa è falsa questa è così così / è un po avvilente,ma la realtà secondo me è che i men in black esistono davvero,è questa categoria di persone legate ad interessi nazionali,quelli che insabbiano tutto, quelli che fanno sparire tutto, quelli che rimangono sempre nell’ombra, titolari di questo potere occulto che ha il compito di tenere all’oscuro il resto della gente e che magari fra qualche decina di anni qualcuno di essi fara il pentito raccontando fatti vecchi di anni, no grazie io voglio sapere oggi le notizie di oggi e per questo dico è questa gente che bisogna incitare a venire allo scoperto è questa gente che deve partecipare al convegno insieme ai scienziati che da soli molto probabilmente alla fine del convegno avrebbero parlato di nulla, se c’è qualcuno che sa deve uscire allo scoperto e parlarne pubblicamente una volta per tutte, basta solo qualche volta per coinvolgere tutti questi incaricati di fare acquisire una coscienza internazionale al resto della gente, se c’è qualcosa che l’umanità deve sapere deve saperlo subito ,non deve essere un monopolio dei servizi segreti che si occupano di queste cose, e che solo una parte di tutta la popolazione mondiale ha a che fare direttamente con queste conoscenze , ma il resto del mondo non sa e non deve sapere ,la massa è bue e deve rimanere bue , vorrei che qualcuno mi scrivesse e mi dicesse se c è la speranza di sapere realmente come stanno le cose anche del convegno di cui si è parlato qui sopra, si parla di due settimane, ma mi sembra che siano già passate e in mancanza di date precise non si sa se è avvenuto questo convegno oppure no
    aldrin.r@libero.it

  7. Capito benissimo…Ma siamo al 21 di marzo e di questa notizia non si è saputo piu nulla…Come mai?E’ stata anche questa una bufala?

  8. Credo che il Governo degli Stati uniti custodiscano di fatto qualcosa che è stato ritrovato in qualche landa desolata del nostro pianeta o sotto l’oceano arrivato con qualche metorite sulla terra che presenta elementi sconosciuti sul pianeta Terra (potrebbe essere un materiale malleabile/ oppure invisibile perché ha a che fare con l’energia) ed ecco perché nelle aree dichiarate segrete lavorano sopratutto scienziati e ingegneri per cercare di ottenere degli avanzamenti di tipo teconologico per uso civile o militari (es. ufficiale la tecnologia stealth o lo sviluppo della nanotecnologia pericolossissima se per uso militare se andasse nelle mani sbagliate). Rimane segreta per motivi di natura sociale ed economica perché evidentem. sono materiali molto ma molto pericolosi e per il loro utilizzo ci potrebbero essere delle speculazioni di natura extra governativa.

  9. Beh, sono passate altre settimane e mi sembra che non ci siano novità.. Quello che penso è che quelli dei vari governi non diranno niente fino al giorno nel quale arriverà l’astronave come in indipendence day e non si vedrà più il sole, anche se penso che comunque qualcuno dirà lo stesso che è una nuova attrazione di gardaland che è sfuggita al controllo =)

    Perché i potenti devono tenersi le informazioni solo per loro? Per cosa li paghiamo questi politici? Neanche più un soldo dovrebbe arrivare loro.. altro che altri sacrifici da fare.. Oltre ad essere inutili direi anche che sono dannosi al comune vivere, poveri noi..

  10. Abbiamo il diritto di sapere! Che problemi hanno sti politici? Non sono meglio di noi ma gli paghiamo tutto! Le nostre sudate tasse garantiscono una vita facile alla gente che senza fatica governa il nostro stato. Vergogna! Siamo obbligati a fare qualcosa che non dovremmo per nulla fare. Comunque io sono convinta che non possiamo essere gli unici in tutto l’universo…Daaaai!

  11. gli alieni esistono….e impossibile che tutti i video e le testimonianze siano tutte fesserie. prima era raro immortalare un ufo o un alieno ma ora tutti noi possediamo in cellulare con la fotocamera sempre a portata di mano e questo ha fatto si che anche noi civili potessimo avere delle prove concrete. l incidente a roosevelt e stato la prova che gli ufo esistono perche quel enorme botto aveva attirato tutti…inoltre molte nuove tecnologie sono state scoperte grazie a quella navetta…..come ad esempio il laser….non facciamoci ingannare dai governi……noi giovani dobbiamo farci sentire e dobbiamo sapere tutta la verita!

Rispondi a steefy Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up