Marte. Il segreto della Nasa

Erano già stati sul Pianeta Rosso quarant'anni fa?

di Serena Laudadio 10 settembre 2015

Un insediamento umano su Marte. Già quarant’anni fa. E se fosse tutto vero? Frank Jacob, il regista di “Packing for Mars”, ne parla ai giornalisti di Panorama e la notizia fa impazzire il web.

Nel 1977 la notizia aveva già scatenato un putiferio.
In una puntata del programma Science Report, trasmesso dall’emittente inglese Anglia. Si avanzava una strana ipotesi. Il surriscaldamento globale stava per portare la Terra verso una nuova Era Glaciale. Scienziati Usa e Urss studiavano un modo per salvare i potenti di quelle due nazioni. Come? Trasferendoli su Marte.

science-report-alternative-3-300x212

Sempre secondo il documentario di Science Report, una colonia di studiosi era già sbarcata sul Pianeta Rosso per testare le difficoltà di un progetto del genere, nominato Alternativa 3. La trasmissione era costruita in maniera da far sembrare tutto vero. Venivano citati nomi di scienziati scomparsi in circostanze misteriose, e una serie di documenti che lasciarono i telespettatori senza fiato.
Fu una specie di bomba. Quasi al pari de La Guerra dei Mondi, il famoso scherzo di Orson Welles del 30 ottobre 1938 che annunciava, alla radio, l’invasione aliena della terra.
I produttori furono costretti a venire allo scoperto e a dichiarare che si trattava di una specie di pesce d’aprile.

packingformars-smallposter-200x300

A distanza di quasi quarant’anni dalla messa in onda di quel programma, il regista Frank Jacob ritorna su Alternativa 3  con un docu-film dal titolo “Packing for Mars”, che già sta facendo molto discutere.
Se ci fosse qualcosa di vero nel racconto di Science Report? Se quel programma fosse stato mandato in onda solo per testare le reazioni del pubblico?
Inutile dire che l’argomento non poteva essere più attuale. Le teorie del complottismo, l’interesse enorme che sta riscuotendo in questi mesi Marte vanno a nozze con un documentario del genere. E Jacob getta benzina sul fuoco.
Intervistato da Panorama risponde tranquillo: “L’idea che si possa essere costruire una base umana su Marte non mi sembra tanto folle. Anzi. Nell’epoca delle gole profonde e delle rivelazioni choccanti, non mi stupirei se stesse per arrivare un terremoto di verità e illuminazione!”. Centro. Era forse la dichiarazione che tutti si aspettavano.
Ora le immagini che arrivano dal Rover Curiosity verrano guardate con un occhio diverso. Qualcuno è già stato su Marte? Qualcuno, per tutti questi anni, ha tentato di tenere nascosta questa verità? Perché? Staremo a vedere.

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up