Casablanca, Ghostbuster al Morocco Mall

di Gialli.it 14 gennaio 2012

E’ il più grande centro commerciale del continente africano. ma anche una delle più imponenti opere architettoniche degli ultimi anni. 180 milioni di euro investiti, 250mila metri di superficie coperta, 600 negozi e un paio di migliaia di dipendenti. Inaugurato un anno fa circa ha portato a Casablanca ben 14 milioni di visitatori. Ma anche qualche ospite indesiderato. Ecco cosa sta accadendo nello splendido Morocco Mall, il centro più amato dai vip di Hollywood.

di Paquito Catanzaro

Nemmeno il tempo di essere inaugurato, e già scattano le proteste all’interno del Morocco Mall di Casablanca, il più grande shopping center del Nord Africa. Ma le lamentele, o meglio i lamenti, non sarebbero causati da clienti insoddisfatti, bensì da fantasmi che stanno infestando l’imponente struttura. A quanto pare, da tempo la tranquillità dei clienti e del personale viene disturbata da nitriti equini e rumori piuttosto anomali all’interno dei depositi, nei quali sono stoccate le merci. Immediato il passaparola ed il tam tam mediatico che hanno trasformato in poco più di due mesi dall’apertura, un normale centro commerciale in un vero e proprio tempio del male.
I titolari del Morocco Mall hanno provato subito a gettare acqua sul fuoco, minimizzando l’accaduto e dichiarando che le voci, assolutamente prive di fondamento, servirebbero soltanto a fare una cattiva pubblicità ad una delle strutture più importanti del Nord Africa per quel che riguarda il commercio.

Ciò nonostante, dagli stessi impiegati del Morocco Mall giunge voce che i proprietari, per porre rimedio al problema, si siano rivolti ad un gruppo di fqhi. Sulla carta esperti dei riti e delle leggi islamiche, in realtà più facilmente riconducibili a degli sciamani, vista la loro specializzazione in esorcismi, da applicare in casi di emergenza.
Che questa possa essere ricondotta ad un’emergenza non è dato sapere, sta di fatto che ai fqhi è affidato il compito di liberare la struttura da queste presenze paranormali, attraverso la lettura di versetti del Corano. Un rituale da effettuare, rigorosamente dopo le preghiere del pomeriggio.
Stando a quanto dichiarato da persone del luogo, alla base di questo maleficio ci sarebbe l’opera di Sidi Abderrahmane, un santone vissuto nel diciannovesimo secolo. Il suo mausoleo si troverebbe poco lontano dalla struttura del centro commerciale. L’ira dello spirito potrebbe imputarsi al deturpamento della propria terra o, magari, chissà che il marabutto non si sia lamentato per l’aumento dei prezzi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

3 pensieri su “Casablanca, Ghostbuster al Morocco Mall”

  1. Scusatemi, ma queste cose sono inventate, non capisco come delle persone credono ancora a queste cavolate, scusatemi ma è la verita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up