Come leggere molto velocemente un libro

di Gialli.it 13 ottobre 2017

Leggere è importante ma, si sa, il tempo è denaro. La vita diventa sempre più frenetica e il tempo a disposizione da dedicare alla lettura sempre meno.
Come possiamo allora conciliare il poco tempo libero con la lettura? Semplice, imparando a leggere velocemente.
Ci vengono, dunque, in aiuto i consigli del campione mondiale di lettura Matteo Salvo, il quale ha recentemente pubblicato un libro su questo tema intitolato “Come leggere 1 libro al giorno”.
Matteo ci suggerisce che prima di essere bravi a leggere velocemente, bisogna avere una buona strategia. Infatti, non conta tanto essere veloci nello spostamento degli occhi quanto avere una strategia che ci consenta di memorizzare rapidamente i contenuti. In merito a ciò, ci fornisce 5 segreti per migliorare la velocità di lettura.

1. Lettura strategica

Uno dei punti fondamentali della lettura veloce è la visione d’insieme. Non occorre soffermarsi sui dettagli ma bisogna leggere attentamente indice, titoli, sottotitoli e parole chiave, spesso in corsivo. Dunque, concentrarsi sulle parti di interesse maggiore in rapporto al fine della lettura.

2. Skimming

In questa fase sposteremo velocemente lo sguardo tra le parole, individuando e soffermandoci solo sui concetti più importanti. Ci sono diversi modi per effettuare lo skimming: è possibile spostarsi dall’alto verso il basso, in diagonale o orizzontalmente in tempi brevi. Oppure, a saltelli, ovvero dividendo immaginariamente la riga in tre parti e concentrandoci su queste ultime.

3. Focus selettivo

Dopo la fase di skimming inizia la lettura vera e propria o la fase di focus selettivo, nella quale, appunto, ci focalizziamo sui contenuti che per noi sono di maggiore interesse scartando tutto il resto. Durante questa fase ci viene in aiuto lo skipping, per saltare le parti meno importanti, e lo scanning, che ci consente di concentrarci sui contenuti di interesse.

4. Colpo d’occhio e stretching visivo

La lettura a colpo d’occhio è una lettura basata sulla memorizzazione di immagini e concetti. Per questo tipo di lettura occorre avere un buon allenamento che determini l’aumento della velocità di percezione, della velocità di spostamento e del campo visivo.

5. Leggere per spiegare

Non si conosce un concetto veramente bene finché non siamo in grado di spiegarlo a qualcun altro. Quindi, se si vuole memorizzare bene un’informazione, è consigliato sfruttare il 50% del tempo impiegato a leggerla per raccontarla o spiegarla ad un’altra persona.
Inoltre, anche realizzare mappe concettuali relative ad un testo può esserci d’aiuto nell’apprendimento di determinati concetti.

Sicuramente questi consigli vi saranno molto utili per migliorare i vostri tempi di lettura e dare finalmente spazio (tra le tante attività quotidiane) ai vostri libri da leggere. Fateci sapere quale tecnica utilizzerete e se vi porterà giovamento.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up