"Napoli sarà colpita da un terremoto il 12 marzo" E’ panico sul web per l’ennesima bufala catastrofista

di Gialli.it 12 marzo 2010

Giallo a Napoli. Come un tam tam irrefrenabile in queste ore circola la voce di un presunto terremoto che colpirebbe la città a breve. La notizia, chiaramente falsa, ha invaso Facebook e You Tube, e sta tenendo banco su internet. Chi si è divertito a costruire a tavolino l’ennesima bufala ha scomodato anche il nome dell’uomo che per primo lanciò l’allarme in Abruzzo. Giampaolo Giuliani. E la gente ha paura.

Uguale. Esattamente come capitò a San Valentino nel 1981. Una leggenda metropolitana, una voce che correva veloce, inarrestabile, irrefrenabile e ingiustificata, finì per creare panico e sconcerto. Una anziana veggente disse che ci sarebbe stato un evento sismico nel giorno dedicato agli innamorati. Nessuno la prese sul serio. Ma allora il terremoto ci fu davvero. Nel pomeriggio del 14 febbraio 1981 la terrà tremò, ci furono sette morti e crollarono interi palazzi.

E allora quando la notizia che oggi, 12 marzo, Napoli sarà sconvolta da un nuovo terremoto la memoria non può che andare a quel giorno di quasi trent’anni fa, quando tutti dissero: non può essere vero.

Eppure in questo caso siamo di fronte ad una bufala con tanto di certificazione. La notizia di un presunto terremoto il 12 marzo sarebbe stata “lanciata” nientemeno che da Giampaolo Giuliani, il tecnico di Fisica dei laboratori nazionali del Gran Sasso, che finì nella bufera delle polemiche per aver “avvertito” del sisma in Abruzzo.  Ci hanno creduto tutti. In alcune scuole i professori hanno anche discusso con gli alunni dei rischi di un’eventuale evacuazione. Ma lui, Giuliani, ha subito smentito. “Categoricamente”, ha detto piccato.  Ma ormai la voce aveva cominciato a correre veloce e in queste ore i telefoni dell’Osservatorio Vesuviano sono andati letteralmente in tilt.

“E’ uno scherzo vergognoso” ha dichiarato Edoardo Cosenza, preside della facoltà di Ingegneria della Federico II di Napoli, esperto di Sismica.  Ma neanche le sue parole sono servite a fermare il tam tam che passa da Facebook a You Tube ad una velocità impressionante. Che dire? Siamo di fronte sicuramente all’ennesima bufala. Questa volta però lo scherzo è veramente di cattivo gusto.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

11 pensieri su “"Napoli sarà colpita da un terremoto il 12 marzo" E’ panico sul web per l’ennesima bufala catastrofista”

  1. oggi a scuola hanno detto che su internet hanno visto questa notizia.Io sono molto preoccupata xke sono della campania dicono che i cani incominciano ad abbaiare e a vomitare.una mia amica che ha un cane e da una settimana che vomita fat emi sapere il piu presto possibile .non fate scherzi e una cosa seria

  2. Questa notizia è una vera bufala, ma vorrei dire a questo gran signore k ha fatto girare questa notizia che è molto ma molto bravo, sicuramente ci stanno persone k nell’80 erano bambini , in questo momento hanno più paura di chi nn lo ha mai vissuto. Vorrei dire GRAZIE a questo GRAN SIGNORE.

  3. io vorrei sapere xke si fanno qst scherzi,veramente nn sapremo mai se fidars…quidi vivremo e vedremo….penso che ki l’abbia fatto nn sta nelle facoltà mentali….vorrei propri dirlo ” ma vai a chiuderti in un ospicio”….

  4. vorrei vedere colui che ha messo sta ”bufala” in giro se’ ne girasse una simile sulla sua citta’….che gente tupida che esiste , dei falliti che er divertirsi non han di meglio da fare che mettere cavolate usando un PC , nascondendosi dietro , perche evidentemente dalla vita no hanno null’altro,

    una naoletana incavolata nera

  5. che schifoooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!nn vi permettete più io nn mi fido + di nessuno!!!!!!!!!!!!!!! io da persona intelligente nn ci ho creduto ma ki ha sparso in giro questa voce nn sta bn con la testa

  6. Ma ci chiediamo pure se fidarsi o meno? I terremoti non si possono prevedere. Il solo Giuliani possiede un sistema di sensori (sperimentale) che a suo dire, può prevedere i terremoti 24-6 ore prima dell’avvenimento sismico. Detto questo, è facile pensare che si tratti dell’ennesima bufala. In estate ci fu un allarme simile in calabria…Sono tutte balle. E la cosa che mi stupisce è che molta gente che usa interent non si prede la briga di cercare tra le notizie per chiarirsi le idee… Ma che ce l’avete a fare internet?!?! Solo per usare facebook???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up