Imbarazzo Ufo per Trump

Un membro del Comitato di sicurezza chiede la verità

di Francesco Forti 2 Agosto 2019

Sarà il vento di Storm Area 51, o semplicemente il caldo di questi giorni, ma il tema Ufo sta tornando prepotentemente alla ribalta.
L’ultima notizia relativa ai nostri oggetti non identificati arriva direttamente dagli States. E non è proprio una cosina da poco. In queste ore è partita una specie di interrogazione parlamentare (almeno in Italia le chiamiamo così) che chiede a gran voce la verità sugli Ufo. E a firmarla non è il solito esaltato di turno, ma un membro del Comitato di sicurezza nazionale della Camera. Mark Walker, della Carolina del Nord. Uno che, tra l’altro è anche in sottocommissione Antiterrorismo.

Il nostro è partito da uno strano documento di qualche mese fa, redatto dai vertici della US Navy, e dal contenuto sorprendente. La Marina, insomma, avrebbe preparato una sorta di prestampato (Linee Guida) da compilare in caso di avvistamenti anomali. La motivazione fa saltare dalle sedie. “Gli Ufo non esistono, ma sono troppi gli avvistamenti aerei segnalati ultimamente da personale militare credibile e altamente addestrato”. Quindi compilate il modulo nel modo giusto e tentiamo di capirci qualcosa.

“Troppi avvistamenti strani?”. A Walker devono essergli rizzati i peli sulle braccia. Ok. Allora se sono ‘troppi’ ora ci fate capire sul serio. Ed è partita l’interrogazione, inviata direttamente a Richard Spencer segretario alla Marina Militare. Il timbro porta la data del 15 luglio. La notizia è saltata fuori solo oggi. Facendo registrare una nuova impennata all’Evento Storm Area 51.
“Se ci sono ‘troppi’ avvistamenti strani – ha detto Walker – c’è un serio pericolo per la sicurezza del nostro personale militare”.
Quindi fuori la verità e basta con i segreti.
Vediamo che rispondono. Perché ora devono rispondere, no?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up