Il giallo di dr. Scott

di Gialli.it 15 gennaio 2014

Scott Lewis, uno dei più noti illusionisti americani è morto in circostanze misteriose a Sidney, dove stava tenendo il suo spettacolo. Omicidio o morte accidentale? Lo stabilirà l’autopsia.

Per nove anni era stato una cosa sola. Per tutti. L’Illusionista. Il più amato, idoltrato mago di Las Vegas. Il suo show era seguito da decine di migliaia di famiglie. E tutti lo conoscevano con un solo nome: dr. Scott.
Ora è stato trovato morto, in circostanze misteriose, e la sua vicenda si è trasformata in una specie di giallo dai risvolti inquietanti.
Scott Lewis sarebbe caduto dall’undicesimo piano di un palazzo di Sidney dove faceva base per uno spettacolo all’Opera House dove andava in scena tre volte al giorno. Il cadavere è stato trovato da una signora al quarto piano del palazzo. E da quel momento è cominciato il mistero. Suicidio, morte accidentale o un clamoroso delitto? La polizia australiana non si sbilancia. Ma sono in molti a pensare che il mago sarebbe stato ‘spinto’ da qualcuno. Anche se le prime indagini fanno pensare ad una caduta accidentale. Scott Lewis stava forse scavalcando il balcone per passare in un altro appartamento e sarebbe scivolato. Questo è quanto ha dichiarto il coroner poche ore dopo il ritrovamento del corpo. Ma la dinamica non è ancora chiara. E secondo alcuni l’illusionista sarebbe caduto dal sesto e non all’undicesimo piano. Insomma un can can di notizie contraddittorie per una morte che ora viene considerata un vero e proprio giallo.
Dr. Scott aveva lavorato per nove anni a Las Vegas. Tenendo uno spettacolo all’Hotel Riviera. Poi era entrato nello show Illusionist 2.0 che da anni sbanca tra l’America e l’Australia. Setti maghi che tengono col fiato sospeso migliaia di persone e fanno ‘sold out’ ogni sera. Il numero di Scott Lewis era sempre il più atteso e il più acclamato. Ed erano stati proprio i suoi colleghi, a denunciare la scomparsa.  Alle 11 di sabato, infatti, Scott Lewis non era salito sul bus che lo avrebbe portato all’Opera House, per lo spettacolo delle 12. La scomparsa era stata annunciata anche sulla pagina Facebook della compagnia. Poi il ritrovamento del corpo e il via al giallo.
L’indagine è serrata e i media americani aspettano l’autopsia per saperne di più.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up