MachetteMB2
MachetteMB2
Incinta  francese  turista Natalie Amyot che ha fatto appello per trovare australiano papà una notte autopulente   rivela come beffa   Specchio online

Francesina incinta. Era un fake

Nuovo video con tutta la verità. Viral marketing per la storia dell'estate

di Sonia T. Carobi 2 settembre 2015

Era solo un’operazione di marketing virale la storiellina della ragazza francese rimasta incinta l’ultima notte della sua vacanza in Australia.
Il video aveva commosso (ma anche fatto sparlare) mezzo mondo. Ripreso da tutto i quotidiani internazionali ora si rivela un clamoroso fake.

Cercava il padre di suo figlio, miss Natalie Amyot. Capelli castani, occhi da cerbiatta, sorriso da stronza.
La sua era una storia ‘struggente’.
Notte di sesso l’ultimo giorno di vacanza (un must inossidabile), distrazione sugli innumerevoli sistemi di contraccezione, passione sfrenata e incontrollata, ‘intossicata’ finale. Incinta. Fottuta. E lui, il padre, scomparso nel nulla. Altro cult di milioni di estati infuocate.
Che si fa? Un video. Semplice, no? Un bell’appello al padre distratto e pasticcione perché possa ‘assumersi le sue responsiabilità’.
Lei è delicata, tenera. Commovente. Il mondo intero vorrebbe sposarla, crescersi suo figlio, difenderla da questi uomini che prima fanno i guai e poi ciao ciao.
Qulla clip di pochi minuti l’avevano messa tutti. Ma proprio tutti. In America, in Australia, in Giappone, in Italia. Roba che se non lo prendevano, il bastardo, era un caso mondiale.
Trascorrono due giorni. La gente ne parla sulla spiaggia, agli aperitivi al tramonto, nelle notti estive ammantate di fashion e noia. Dove sarà, quel disgraziato.
Brutta storia. Brutta storia davvero.
Poi stamattina occhioni è riapparsa. E toma toma se ne è uscita con un candidissimo “L’ho trovato”. E poi, giù, tutta la verità. D’un sol fiato. Col rischio che decine di carovane partano immediatamente per l’Australia e la uccidano. Seduta stante.
Tutto falso. Solo un modo per pubblicizzare cose sue (e non lo scriviamo per sfizio, tié).

Che dire? Chapeau, miss Amyot. La prossima ‘ultima notte’ le conviene stare molto attenta. Qualcuno potrebbe decidere di vendicarsi. E di ingravidarla sul serio. Occhioni.
Ecco il video del fake.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

fascettaMurderParty

fascettaAIeventi
sufb
Go Up