Ecco i vincitori del Mystfest di Cattolica

di Gialli.it 12 luglio 2009

Il Mystfest di Cattolica accende le luci della ribalta sul miglior giallo inedito dell’anno. Sabato la palma è andata a Gaia Conventi. Ora si punta alla prossima edizione con tante novità e il progetto di una collana a tiratura limitata che conterrà i migliori lavori arrivati in questi anni.

di DIEGO PURPO

Mistero risolto.
Cattolica, 11 luglio 2009, sul palco allestito in Piazza Mercato, Francesca Fabbri Fellini, madrina della serata, legge il verdetto della giuria. La decesione è stata presa all’unanimità, senza ombra di dubbio: Gaia Conventi è colpevole. Colpevole di aver scritto l’inedito migliore e, con “La morte scivola sotto la pelle”, vince il concorso letterario Gran Giallo 2009.

La Conventi riceve il premio, una lente d’ingrandimento, dalle mani di Valerio Massimo Manfredi, membro della giuria ed ospite della serata. La lente è bellissima, ma Gaia sa che il dono più grande per aver vinto il MystFest arriverà tra un po’, speriamo presto: il suo racconto sarà pubblicato dalla Mondadori e sarà disponibile nelle librerie di tutt’Italia.

La premiazione è stata preceduta dalla lettura dell’inizio dei cinque racconti finalisti. La voce di Marinella Maricardi ha accompagnato le immagini che gli autori hanno voluto regalare nei loro racconti.

Il grande valore dimostrato dagli scrittori in gara ha spinto l’organizzazione ad una scelta importante ed innovativa per il MystFest. “Sarà pubblicata una collana, in piccola tiratura, che conterrà i migliori gialli inviati al concorso, selezionati dalla giuria e accompagnati dalla motivazione e da un intervento critico dei giurati”. A spiegarlo è Mario Guaraldi, editore e responsabile del sezione letteraria del MystFest. Riferendosi al Festival del Giallo aggiunge “Vogliamo farlo vivere, farlo circolare. Far vedere come attorno al MystFest ci sia un movimento che non si limita solo a questa giornata, ma che dovrebbe durare un po’ di più nel tempo”.

Il premio Gran Giallo è solo uno dei concorsi associati alla 36° edizione del MystFest.
Per il concorso fotografico, il premio Obiettivo Giallo va a Carlo Conforti per “Pianti”. Per la stessa categoria “Motel 1” di Michele Brancati è la foto più votata dagli utenti del sito www.mystfest.com e Natta Emanuele riceve una menzione speciale della giuria per la sua “Nell’oscurità e nel silenzio, un movimento sfuggente inganna l’occhio non attento”

La sezione corti è divisa in due categorie.
Per la categoria corti di durata inferiore ai 5 minuti vince “Agent Omissis mission F78130” di Daniele Malavolta, mentre Stefano Cominale ottiene il premio per il corto più votato sul web.
Per la categoria corti di durata inferiore ai 15 minuti il premio Corto Giallo è assegnato a “Gas Station – El Coyote” di Edo Tagliavani.

La giornata del MystFest è stata arricchita anche da altri momenti di particolare interesse.
Presso il Palazzo del Turismo di Cattolica è stata allestita la mostra “Black Dahlia” di Felipe Cardeña. I suoi collage su tela sono accompagnati da brevi didascalie di Lorenzo Viganò, che descrivono suggestive immagini in perfetto stile noir. Accanto alle opere di Cardeña esposte foto per ricordare i 36 anni di MystFest, a partire dal 1973, quando Enzo Tortora ideò il Gran Giallo Città di Cattolica.

Alle 18,30 aperitivo in piazza per la presentazione del libro “Lezioni di fumetto: Bruno Brindisi (una linea chiara per raccontare l’orrore)” di Davide Occhicone.
Presenti Davide Occhicone, lo stesso Bruno Brindisi, disegnatore di Dyland Dog e di molti altri personaggi della Bonelli, e Paolo Guiducci, curatore della rivista “Fumo di China”. I tre intrattengono la platea discorrendo amabilmente di fumetto all’italiana, spalleggiati dagli interventi coloriti, divertenti e precisi di un Andrea G. Pinketts, giurato della sezione letteraria del MystFest, seduto tra il pubblico.
Grande assente Carlo Lucarelli, anch’egli membro della giuria del Gran Giallo, che avrebbe dovuto partecipare alla conversazione.

Unica nota negativa il freddo che cala verso la fine dell’evento, rovinando un po’ la proiezione dei corti della categoria 15 minuti, ma il tempo è un mistero ancora tutto da risolvere.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

4 pensieri su “Ecco i vincitori del Mystfest di Cattolica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up