Lui, lei, l’altro: che pasticcio mrs. Rowling

di Gialli.it 5 febbraio 2014

Quanti hanno sempre pensato che Hermione Granger ed Harry Potter avrebbero dovuto stare insieme, perché fatti l’uno per l’altra, adesso possono trovare una magra consolazione nella clamorosa confessione rilasciata in un’intervista di questi giorni da J.K. Rowling autrice della famosa saga.
di Laura Ciotola

Sono passati ormai sei anni dall’ultimo romanzo e J.K. Rowling e’ riuscita a costruire la distanza emotiva adeguata tra lei ed il personaggio che l’ha resa famosa. Harry Potter.  Ed e’ questa distanza oggi a consentirle, in una intervista rilasciata al Sunday Times, di sconvolgere i milioni di fans del maghetto.
Loro erano rimasti li, sul picco di una roccia, sul finale della saga quando Harry Potter la spunta finalmente su Voldemort, mette su famiglia con Ginny, sorella minore del suo migliore amico Ron Weasley che sposa Hermione Granger.
Lì su quella roccia si era consumata un’altra battaglia, quella nata in rete tra i sostenitori della coppia Hermione/Harry e quelli della coppia Hermione/Ron.
Le due fazioni si erano anche date un nome. I primi erano chiamati Aurors mentre secondi erano denominati Sidekickers.
Entrambi basavano la loro posizione su un’attenta lettura dei libri e delle interviste rilasciate dalla scrittrice.
Li su quella roccia i Sidekickers avevano clamorosamente vinto. Ma adesso la confessione della Rowling riapre la guerra e rimescola le carte.

A più di due anni dall’uscita dell’ultimo film della saga nelle sale cinematografiche la scrittrice britannica confessa ai microfoni di una improvvisata intervistatrice, proprio quella Emma Watson interprete di Hermione, che è stato un errore. Harry ed Hermione erano fatti l’uno per l’altra, lo sapevo ma non ho potuto fare altrimenti. Più o meno sono state queste le parole della scrittrice. “Lo so, mi dispiace, mi rendo conto che i fan adesso potrebbero essere furiosi. Ma sono del tutto onesta, la distanza mi ha dato prospettiva. E’ stata una scelta dettata da questioni personali e non di credibilità. Sto spezzando i cuori con questa rivelazione? Spero di no”.
Non meno destabilizzante per l’esercito dei potteriani la dichiarazione della stessa Emma Watson, che alle parole della Rowling ribatte “Credo che in fondo molti fan lo avessero sempre saputo e si fossero chiesti, prima di oggi, se Ron avrebbe potuto davvero rendere felice Hermione”.
La Rowling cala un velo di silenzio su quali siano stati questi motivi personali lasciando tutti in trepidante attesa di un seguito.
Le sue parole in questi giorni sono volate nella rete e su tutte le pagine dei principali quotidiani on line. In tanti si chiedono se questo “mea culpa” possa essere la scintilla che mancava per rimettere mano alla penna, ops! alla bacchetta, e tornare ad Hogwarts per cambiare le carte in tavola.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up