Funerali del Boss. Il Giallo del Carro

Era lo stesso di Totò? Nessuno lo sa

di Gialli.it 23 agosto 2015

Il carro funebre utilizzato per i funerali show di Vittorio Casamonica a Roma sarebbe quello dell’ultimo saluto a Totò? Nessuno riesce a confermare, ed è ‘giallo’. Dei funerali al Principe della Risata solo poco immagini nella quali si vede automobile, e non certo un carro come quello che ha fatto il giro del mondo in questi giorni. Eppure la ditta di pompe funebri che si è occupata della cerimonia funebre insiste. E’ il carro di Totò.

Ci mancava solo la querelle per il carro funebre. Già i funerali di Vittorio Casamonica, re del racket capitolino, hanno imbarazzato mezzo mondo, ma il giallo del mezzo con il quale si sono portati via il boss da un miliardo di euro, non ci voleva proprio.
La storia è semplice semplice.  Ciro Cesarano, uno dei titolari dell’agenzia di onoranze funebri di Calvizzano che ha gestito il funerale del padrino ha dichiarato alla stampa: “Affittiamo carrozze con i cavalli per i funerali quasi ogni giorno e quella utilizzata per il funerale di Vittorio Casamonica a Roma è la stessa delle esequie di Totò. Per quel carro abbiamo circa 300 richieste l’anno da tutta Italia”. Apriti cielo. Antonio De Curtis entra nel ‘caso’ dell’estate creando ulteriori imbarazzi.
La stampa si lancia sulla notizia, ma a ben guardare quelle rarissime immagini che ci sono sulle doppie esequie di Totò a Roma e a Napoli, qualcosa non torna.
Nel corteo dl 17 aprile 1967, a Roma e a piazza del Carmine a Napoli, nel fiume di persone che piangevano il Principe della Risata spunta solo un’automobile. Di quella carrozza di inizio Novecento con sei cavalli e altrettanti pennacchi listati a lutto, non c’è traccia.
Le immagini di Roma ricordano piuttosto il funerale di Lucky Luciano alla chiesa don Bosco di Roma. 53 anni fa. Non certo di quello di Totò.

E allora perché i Cesarano, i titolari di un’impresa storica che opera tra Castellammare e Scafati da oltre sessant’anni, insistono?
Nessuno riesce a dare una risposta. E mentre il ‘giallo’ si autoalimenta su Internet spunta una dichiarazione di Mario Castellani, indimenticata spalla di Totò, che in un’intervista dice “i napoletani presi dalla forte commozione sollevarono il carro con tutti i cavalli”.
Che abbiano ragione i Cesarano? Mistero fitto.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up