2 pensieri su “Falsi reperti egizi made in Cina”

  1. Volevo solo specificare che in data 11/12/2009 sono stato assolto dal tribunale di Tortona per le accuse citate nell’articolo. Sono regolarmente laureato in Storia antica con indirizzo arceologico dal15/3/1985, ho regolare permesso per la vendita dei reperti archeologici n. 14a rilasciata dal Questore di Alessandria l’11/4/95 e sono iscritto all’albo dei periti del Tribunale di Brescia n. 500/99.

  2. Spett.le redazione,
    volevo solo pregarVi di eliminare l’articolo dal vostro sito Web perchè i miei avvocati, (Baldi di Tortona ed Albanese di Torino) avendo fatto denuncia contro ignoti per una sostituzione di persona ed avendo riscontrato l’infondatezza della notizia (in quanto risulto completamente estraneo ai fatti descritti nel pezzo) , pensano sia corretto da parte Vostra togliere quanto pubblicato perchè ricadrebbe nel reato di diffamazione. Grazie e buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up