E’ il giorno di Harry Potter e il Principe Mezzosangue

di Gialli.it 15 luglio 2009

Eccoci al giorno fatidico. Mercoledì, 15 Luglio 2009, Harry Potter e il Principe Mezzosangue esce in Italia in circa 920 copie. Sui forum e sui blog dedicati all’argomento sembra Capodanno. Grandi e piccoli gruppi si stanno dando appuntamento su internet per fare in modo di ritrovarsi tutti insieme nelle sale. O Almeno chi vive nella stessa città. Obbligatorio un bel punto della situazione.

di ADRIANA D’AGOSTINO

Harry Potter è ancora più solo di quanto non lo sia mai stato. Il suo padrino, Sirius Black, amico dei suoi genitori, è morto in uno scontro con i seguaci di Voldemort ucciso dalla strega Bellatrix Lestrange. Harry aveva da poco scoperto che Sirius  era membro, insieme a molti altri maghi ed amici, del mitico Ordine della Fenice, organizzazione segreta contro Voldemort capeggiata da Albus Silente. Durante lo scontro in cui Black perde la vita, Harry viene poi a conoscenza di un’antica profezia che lo lega indissolubilmente a Voldemort, secondo la quale l’uno dovrà morire per mano dell’altro, perché nessuno dei due può vivere se l’altro sopravvive..

Il Principe Mezzosangue apre con un nuovo ritorno di Harry ad Hogwarts. Questa volta è lo stesso Preside Albus Silente ad accompagnarlo. Silente parla molto con Harry. Durante l’anno scolastico vorrà impartirgli delle lezioni private un pò speciali: si tratterà di piccoli viaggi nel passato per conoscere più a fondo la storia personale del nemico che li minaccia. Come se non bastasse, a scuola la tensione è molto alta. Ron, nuovo portiere di Quidditch nel Grifondoro, è pieno di corteggiatrici e fa ingelosire Hermione. Hermione esce con un ragazzo per fare ingelosire Ron. Tutto questo mentre Harry si innamora davvero. Il più nervoso di tutti, però, è il bulletto Draco Malfoy. Suo padre Lucius è stato arrestato ed il Signore Oscuro non ha ottenuto da lui tutto ciò che voleva. Viste le premesse, è chiaro che il film sarà pieno di emozioni altalenanti. Emozioni forti come le immagini che mostrerà. Non a caso il film in America è stato marchiato con il simbolo PG, Parental Guidance, per indicare che dovrebbe essere sottoposto al vaglio dei genitori, i quali dovranno decidere se i suoi contenuti sono adatti alla visione da parte dei loro figli. La motivazione è legata alle scene paurose e talvolta violente, il linguaggio e le moderate allusioni sessuali.

Anche qui in Italia molti dei critici reduci dalla prima visione della pellicola al Giffoni hanno commentato definendo il Principe MezzosangueNon un film per bambini, ma un horror molto simile a Dracula. Ovviamente gli appassionati non si sono certo fatti intimorire da così poco. I biglietti in prevendita sono già quasi completamente esauriti. E poi come può essere così cattivo un film “benedetto” anche dal Vaticano? “Per sconfiggere il male – assicura l’Osservatore Romano – occorrono costi e sacrificio. Nel nuovo film di Harry Potter sembra ben chiara la linea di demarcazione tra chi opera il bene e chi compie il male, e l’identificazione del lettore e dello spettatore non fa fatica a indirizzarsi verso i primi. Anche le tensioni d’amore tra i piccoli protagonisti sono definite dal giornale equilibrate. In attesa che finalmente si spengano le luci in sala e che tutti possano avere un parere personale sulla questione, possiamo permetterci di dormire sonni tranquilli.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up