Disney compra Marvel. Che succederà ora?

di Gialli.it 4 settembre 2009

Fantastico. Il matrimonio del secolo. E’ come se si sposassero i miei due migliori amici. Minnie e l’Uomo Ragno, Clarabella e Capitan America. Quando l’ho letta non potevo crederci.  Zio Paperone ha tirato fuori quattro miliardi di dollari per comprarsi la più famosa casa editrice di fumetti del globo. La “casa delle idee”, la mitica Marvel.

La prima cosa che mi è venuta in mente è la possibilità di contaminare un po’ di film. Cenerentola scortata dai Fantastici Quattro per il rientro a casa, Biancaneve che si fa difendere da Hulk, i dalmata della Carica dei Centouno ritrovati dagli X-Men. Ma soprattutto un sodalizio Spiderman/Paperinik per salvare il mondo. Fantastico.

Questo è quello che penso. E quello che pensavo quando ho appreso la notizia.

Poi un dubbio atroce mi ha assalito. Ehi, ma mica pensate di trasformare i super eroi in delle personcine a modo stile Topolino? Mica vorrete ingabbiare Hulk nel perbenismo che da sempre rappresenta il grande limite in casa Disney? A Topolinia non si fuma, non si beve, non ci si picchia, non si dicono parolacce, non si guardano le donne, e non ci si accoppia. Almeno non ufficialmente.
I Supereroi invece sono gente tosta. Vera. Per favore non ce li scimunite.

Questo è quello che penso. E questo è quello che pensavo.

Poi mi sono detto. Ma sono veramente così perbene gli eroi Disney? Loro non si sposano, hanno figli segreti e illegittimi, convivono allegramente, sono tirchi, avidi, buffoni, strafottenti, scansafatiche. Insomma sono liberi.

E allora vuoi vedere che alla Marvel farà bene questo tuffo nella genialità della Disney che per anni ha travestito i suoi personaggi da brave persone, ma è riuscita a non dire mai di chi sono figli Qui, Quo e Qua? Vuoi vedere che quelli della Marvel potranno finalmente togliere le maschere ai loro eroi e farli girare tra la gente a testa alta senza più il bisogno di nascondersi dietro quei costumi da pagliacci? Staremo a vedere. Intanto tanti auguri gente. (fra.do)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up