I cani ‘sentono’ i fantasmi

Le virtù extrasensoriali dei nostri amici a quattro zampe

di Francesco Guidi 30 luglio 2015

Arriva dall’America l’ultima novità in tema di fantasmi. Volete sapere se nella vostra casa ci sono spettri? Facile. Basta seguire con attenzione i vostri animali domestici. Cani e gatti sarebbero in grado di avvertire qualsiasi presenza paranormale. Parola di veterinario.

Lui si chiama Allan Soter. Vive in Alabama, in un piccolo paesino a pochi passi da Birmingham. 72 anni portati una favola e cinquanta dedicati solo ed esclusivamente agli animali. Faceva il veterinario mr. Soter. E già durante la sua attività un pezzettino del suo tempo se lo teneva per uno studio che era diventato anche una vera e propria ossessione. Allan Soter era convinto che gli animali domestici, in particolare i cani e i gatti, avvertissero la presenza di fantasmi meglio di qualsiasi macchinario da Ghost Hunter.
Per un po’ di anni lo avevano preso in giro un po’ tutti. Poi, dopo la pensione, Soter ha deciso di investire i suoi risparmi e il suo tempo per trovare conferme alle sue convinzioni. E ora, pare, che qualcuno stia cominciando a prenderlo sul serio.
“Sappiamo tutti – spiega Allan Soter – che i nostri amici a quattro zampe hanno sempre avuto capacità telepatiche e premonitorie. Negli anni novanta Rupert Sheldrake, autore del libro “Freeing the Spirit of Enquiry” filmò il comportamento dei cani quando il padrone era fuori casa, e dimostrò che quando questi si preparava a tornare, il comportamento dei cani cambiava. Ad una certa distanza gli animali sono consapevoli delle nostre azioni. Ci sentono”.
Partendo da questa premessa Soter ha approfondito i suoi studi e intensificato i suoi esperimenti e si è accorto che cani e gatti hanno anche facoltà extrasensoriali che gli permetterebbero di avvertire la presenza di spettri nelle nostre case.
“Quante volte – insiste Soter – vi è capitato di vedere il vostro cane guardare nel vuoto o ringhiare senza che in casa ci sia il benché minimo motivo di allertarsi? Ecco, io sono partito da questi strani comportamenti e mi sono accorto che c’è sempre un motivo per il quale i nostri fidati amici si innervosiscono”.
E allora, senza perdersi d’animo Allan Soter ha cominciato ha seguire tutte le notizie pubblicate in rete su presunte case infestate da spettri nel suo Stato. “Trovo una casa invasa da fantasmi – spiega – e ci porto il mio setter, o la mia gattina. E filmo tutto”.
L’ultima registrazione mostra chiaramente la piccola siamese di mr. Sotter che corre in un’antica casa di Birmingham, da una stanza ad un’altra, come impazzita. E ad un certo punto, al centro di un grande salone si blocca e comincia a ‘soffiare’ al nulla.
Il video ha incuriosito decine di agenzie di acchiappafantasmi che ora hanno deciso di utilizzare anche i cani nel loro spettrale mestiere.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up