Ammissione Usa: “A Porto Rico filmammo un Ufo”

Sull'avvistamento del 2013 anche il Dipartimento di Sicurezza si arrende

di Serena Laudadio 27 agosto 2015

E alla fine anche il Dipartimento di Sicurezza Interna degli Stati Uniti si arrende. L’oggetto volante filmato il 25 aprile 2013 a Porto Rico è un Ufo. E la prima volta che il Dhs si arrende e passa la parola agli ufologi. In 161 pagine la verità su uno degli avvistamenti più incredibili della storia.

Un veicolo governativo, una termocamera a raggi infrarossi e un filmato da rimanere senza fiato. E’ il 25 aprile di tre anni fa quando un aereo del Department of Homeland Security targato Usa si imbatte in uno strano veicolo che arriva e si rituffa in mare. Si muove veloce, cambia spezzo direzione e all’improvviso cambia addirittura forma, sdoppiandosi in due. Il DHC-8 Turboprop della U.S. Customs and Border Protection, la divisione del Dipartimento di Sicurezza americana che controlla le frontiere, prova a seguirlo per qualche minuto. Anche perché dalla torre di controllo vedono l’oggetto e danno l’ok. Una telecameratermica riprende il misterioso vivolo. Non può trattarsi di un drone, e meno che mai di un uccello. Sono le 21,20 di un aprile freddo, i due aerei volano uno dietro l’atro per qualche minuto. Dall’aeroporto Rafael Hernandez di Aguadilla stanno a guardare a bocca aperta. Ancora qualche secondo e l’oggetto volando scompare in mare. Finito.
Cominciano le ipotesi. Il filamto viene analizzato fotogramma per fotogramma. L’Ufo è lungo tra i 3 e i 5 piedi e viaggia a 120 miglia l’ora. Quando si è immerso in acqua non ha accennato a rallentare. E’ sparito. Punto.
Gli uomini del Dhs non sanno cosa pensare. E le immagini vengono affidate ad un team di esperti guidati da Daina Chaviano, una ricercatrice del Muffon in Florida, nonché scrittrice di fantascienza, e Morgan Bell, un altro noto esperto di Ufo.
Il risultato sono 161 pagine che per la prima volta non escludono l’ipotesi extraterrestre dell’oggetto volante.
Ora, dopo la pubblicazione di quel documento, si sta muovendo mezzo mondo. Anche la commissione 3AF Sigma2, promossa dalla Associazione Aeronautica e Astronautica di Francia darà un mano per analizzare più e più volte le immagini dell’avvistamento più incredibile e ‘reale’ della storia.
Staremo a vedere.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

2 pensieri su “Ammissione Usa: “A Porto Rico filmammo un Ufo””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up