Senigallia. Il noir di Alessandro Robecchi

L'appuntamento alla Rocca Roveresca

di Gialli.it 23 agosto 2015

E’ stato editorialista de Il manifesto e una delle firme di Cuore. Scrive gli spettacoli di Crozza ed è critico musicale de l’Unità e di Mucchio Selvaggio. Molti lo ricordano per la striscia satirica Piovono Pietre, su Radio Popolare, ma anche per il suo libro su Manu Chao. Da un po’ ha cominciato a scrivere noir. E non poteva che ‘sbarcare’ a Senigallia. Stasera. Per il Festival de Giallo. Alessandro Robecchi.

“Robecchi scrive bene. Il voto è molto alto: 9!”. Antonio D’Orrico sul Corriere della Sera non ha lesianato in complimenti. A lui Dove sei Stanotte, il nuovo romanzo con Carlo Monterossi, già protagonista di Questa non è una canzone d’amore, è piaciuto molto.
Stasera il noir ambientato a Milano è protagonista della domenica del Festival del Giallo.
L’appuntamento è alle 21,30, al cortile della Rocca Roveresca, dove Robecchi ritorna da  ‘gradito ospite’, proprio per presentare, tutto periferie multietniche, e vita vera. Quasi fosse il contraltare all’Expo 2015. Quasi fosse il racconta di un’altra Milano. Nera, ma da imparare a conoscere. Con l’autore converserà la scrittrice e giornalista della Rai Maria Francesca Alfonsi. Ed è evidente che si parlerà di scrittura gialla, ma anche degli universi noir del genere più amato del mondo.
Protagonista del giallo che Ventimilarighesottoimari presenta stasera è Carlo Monterossi il fortunato autore di una trasmissione tivù di genere piagnucoloso, Crazy Love. Un grande successo commerciale di cui non va per nulla fiero.

5199-3

A casa di Monterossi, nella baraonda di una festa, finisce un giovane orientale in stato confusionale. Somiglia in modo impressionante a un architetto giapponese acclamato come una star all’Expo, ma non ricorda nemmeno il proprio nome e non vuole che si chiami la polizia.
Il giorno dopo, il giovane orientale sparisce e Carlo Monterossi trova il suo appartamento devastato da una perquisizione. Di colpo la sua esistenza agiata e tranquilla è sconvolta da eventi che gli paiono inspiegabili ma evidenti: qualcuno cerca qualcosa ed è abbastanza determinato da seminare cadaveri, anche il suo, per trovarla.
Ci vediamo all Rocca?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up