Il grande business degli Ufo A Roswell il primo parco giochi "alieno"

di Gialli.it 10 settembre 2009

Un po’ di tempo fa da queste parti un contadino ritrovò strani oggetti. “I resti  – dice qualcuno – di una navicella extraterrestre caduta sulla terra”. In pochi giorni quei rottami furono sequestrati e le autorità diramarono un comunicato tranquillizzante nel quale si diceva che i reperti appartenevano ad un pallone meteorologico esploso in volo. Era il 1947. Su Roswell, una piccola cittadina nel Nuovo Messico, calò il silenzio. Un silenzio talmente rumoroso che nel giro di qualche anno il capoluogo della Contea di Chaves è diventato un luogo leggendario. E ora ci faranno il più grande parco giochi dedicato agli Ufo.

di CLARETTA MASCOLO

Circa cinquantamila abitanti, qualche gallinella che attraversa ancora la strada, un po’ di roulotte che vendono hot dog, qualche localino per ubriacarsi eppure questa sonnecchiosa cittadina è stata inserita da “Forbes” tra le 10 maggiori fonti economiche di ricchezza turistica degli Stati Uniti! In 50 anni pare che i turisti abbiamo versato nel circuito cittadino oltre 1 miliardo e 700 milioni di dollari.
E tutto grazie a quel benedetto Ufo.
Oggi, infatti, Roswell non conosce la povertà. Ogni dodici mesi qui arrivano da tutte le parti del mondo circa 100.000 turisti  che spendono 6 milioni di dollari all’anno. Invadono alberghi, comprano i gadget alieni più improbabili, partecipano all’elezione di miss Ufo, fanno la fila per entrare al Roswell Ufo Festival, si iscrivono alle diverse gare per il costume alieno più bello, leccano avidamente il ghiacciolo verde di Roswell e con il sorriso sornione evitano accuratamente di parcheggiare nel zone dove ci sono i posti riservati solo agli ufo!
L’amministrazione comunale non ci ha messo molto a capire il giochino e ha aperto ben tre musei ufologici,, ha venduto i diritti della propria immagine alla Coca Cola , e ha costruito una catena di fast food gestiti direttamente dal Comune.
E ora, dopo i festeggiamenti per l’anniversario della “manna aliena” ha annunciato al mondo che aprirà il primo parco giochi dedicato agli Ufo del mondo.
Il parco, cui è stato dato il nome provvisorio di Alien Apex Resort, sorgerà su un’area di 80 acri e offrirà diverse attrazioni: la città ha già ricevuto 245mila dollari per finanziare l’opera, che verrà però costruita e gestita da privati.
L’intera struttura costerà diverse centinaia di milioni di dollari: le montagne russe da sole potrebbero superare quota 100 milioni. Nonostante questi costi proibitivi, secondo l’esperto di urbanistica del comune Zach Montgomery, ci sarebbero almeno quattro grosse compagnie interessate all’affare. E il mitico McDonald ha già annunciato che impianterà un Fast Food tutto dedicato agli alieni.

Insomma che ci sia caduta o meno la navicella nel ranch del signor Mac Brazel, Roswell con gli Ufo ha fatto bingo. Ora non resta che aspettare l’apertura del parco. E benedire gli omini verdi che ci guardano. Da lassù.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

0 pensieri su “Il grande business degli Ufo A Roswell il primo parco giochi "alieno"”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up