A Lonato un pub infestato di fantasmi

di Gialli.it 30 gennaio 2014

Accade qualcosa di strano in quella birreria bresciana. Rumori, fenomeni un po’ curiosi. Potrebbero essere solo suggestioni o fantasie ma dopo che persino Giovanni Rana è stato coinvolto sono entrati in scena anche i ricercatori del Giap, gruppo investigativo attività paranormali.

“Trappist Monk” è il nome della birreria che sorge nei pressi di un’antica abbazia a Maguzzano frazione di Lonato in provincia di Brescia. E’ molto frequentata, soprattutto nel fine settimana, ma da qualche tempo gli avventori sono un po’ preoccupati.
Da qualche tempo nella birreria accadono cose strane. E’ cominciato tutto con dei rumori in cantina. Tonfi, passi, scricchiolii, porte sbattute. Persino i cani dei proprietari di notte si ritirano abbaiando. E i proprietari, che per un po’ hanno sopportato, quando anche il parroco del paese ha invitato a pregare per quello che accade “là sotto”, hanno deciso di chiamare dei veri e propri ghostbusters, cacciatori professionisti di ectoplasmi.
Sono venuti da Roma quelli del Giap, gruppo investigativo attività paranormali. Sono arrivati attrezzatissimi, sensori, telecamere a infrarossi, registratori e rilevatori di attività elettromagnetica. Si sono chiusi nella cantina per una intera nottata e quando ne sono usciti avevano tanto materiale e diverse storie da raccontare. I rumori li hanno sentiti anche loro ma c’è stato molto di più perché i rilevatori hanno registrato un’intensa attività elettromagnetica. Loro ci credono sul serio che in quella cantina ci siano i fantasmi.
Le opinioni però sono discordanti. C’è chi ci crede e chi riesce a spiegarsi tutti i fenomeni accaduti anche quello capitato a Giovanni Rana e alla moglie che non riuscivano più ad uscire dalla birreria perché la porta si era improvvisamente bloccata.
Le opinioni sono discordanti ma ci sono alcuni fatti che insinuano molti dubbi. Sembra infatti che un po’ di tempo fa in quella cantina qualcuno si sia tolto la vita. Sembra anche che quella birreria sorga su un cimitero longobardo inglobato nell’area del monastero fondato dai benedettini nel IX secolo.
Ci saranno anche opinioni discordanti, dunque, ma una cosa è certa che in quella birreria tra un po’ rimarranno solo i fantasmi. (cm)

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Un pensiero su “A Lonato un pub infestato di fantasmi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Go Up